Equipe: una girandola di risorse

 

Ho avuto la fortuna nel mio lavoro di lavorare spesso in équipe.

I disturbi alimentari necessitano di un gruppo coeso per affrontare la terapia in modo adeguato. Ugualmente sovrappeso e obesità.

Nell’ultimo anno ho potuto sperimentare un altro ambito che ha fatto nascere una nuova squadra, legata all’intervento in bambini /adolescenti e  genitori.

Insieme alla dottoressa Emmy Tintinaglia, psicoterapeuta cognitivo comportamentale dell’età evolutiva,  stiamo creando una rete efficace fatta di diverse componenti: formazione simile, condivisione di idee, briefing costante per creare un intervento efficace e aggiornato. L’équipe è da sempre una risorsa fondamentale per favorire il benessere dei ragazzi, dei genitori e il benessere complessivo della famiglia.

Lavorare in équipe non è solo condividere uno spazio e un tempo, ma è ascolto, rispetto, accoglienza, condivisione, fiducia, sostegno, ingredienti essenziali nel nostro lavoro che ci vede impegnate a tessere con le persone, coi bambini, con le famiglie, giorno dopo giorno, un nuovo abito su misura bello e confortevole.

Lo stiamo sperimentando anche in questi mesi di videochiamate, dove i rapporti possono diventare più difficili. Poter sostenere entrambe le parti, permette un’efficacia maggiore.

Seguiteci, scriverò con la dottoressa degli articoli interessanti su questo lavoro di squadra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *